Tenerife Freeride: Viaggio Mountain Bike alle Isole Canarie.

Anche se è passato un po’ di tempo ci fa sempre piacere ricordare questo Viaggio datato Maggio 2013, il primo con una Mountain Bike  :-)…

Era da un po’ di tempo che tenevamo d’ occhio le Canarie per un Viaggio Mtb. Descritte nei cataloghi dei tour operator come “Le Isole dell’ Eterna Primavera” abbiamo iniziato a studiarle, dopo un freddo inverno, alla ricerca di un posto esotico ma non molto lontano e sopratutto non caro, dove trascorrere una bella settimana di Riding.

Dove andare ? Quale isola ? La scelta è caduta su quella con (ovviamente) il maggiore dislivello, cioè Tenerife. Tenerife è anche quella più facilmente raggiungibile dall’ Italia con dei “comodi” Voli Diretti da Bergamo di Ryanair.

viaggi sport tenerife mountain bike enduro
L’ Isola di Tenerife

Dopo le formalità della prenotazione dei voli, dell imballo delle bici nelle sacche, e dopo aver trovato un bell’ appartamento che ci ospitasse , largo comodo e in zona tattica per i tour mtb, eravamo pronti alla partenza… Come si dice ??? Vamoss !!!

viaggi sport tenerife mountain bike aereo
Partiamo belli carichi 🙂

Arrivati a Tenerife ci siamo occupati dei ritiro dei bagagli (per fortuna Ryanair non aveva perso le nostre amate mountain bike!) e del trasferimento dall’ Aeroporto fino al nostro alloggio a El Medano con un minivan;  con tutto il bagaglio ingombrante che avevamo, prendere un taxi sarebbe stato impossibile.
Per la nostra settimana a Tenerife abbiamo scelto una casa e non un hotel per essere più liberi e avere i nostri spazi. Considerato soprattutto che viaggiavamo con le normali valige e in più con le sacche del trasporto mountain bike, avevamo bisogno di un bell’ alloggio ampio (abbiamo scelto casa da 6 persone pur essendo in 4). E poi con il nostro Nelson aspirante cuoco il mangiare bene era garantito. La zona di El Medano è nella parte più a Sud di Tenerife; è molto tattica perché è un bel paesino tipico sul mare, ha un sacco di negozi e supermercati per fare la spesa e si trova vicino alla partenza di alcuni Tour Mtb.

viaggi sport tenerife montaggio bici
Montaggio delle Bici

Tolte le bici dalle sacche e rimontate (per il trasporto in aereo avevamo smontato pedali manubrio ruote e forcelle) eravamo pronti per assaggiare il Terreno di Tenerife.
Come prima uscita siamo rimasti nelle vicinanze di El Medano. La zona non offre molto dislivello ma abbiamo trovato una specie di pump-track naturale vicino alla spiaggia e la giornata è volata via in maniera divertente. Ovviamente con un bagno in mare, nell’ acqua fredda dell’ Oceano e un aperitivo sulla spiaggia.

viaggi sport tenerife mountain bike el medano spiaggia
La spiaggia sull’ Oceano a El Medano

Il giorno seguente abbiamo iniziato a fare sul serio. Con la nostra Guida Mtb Juan, Local di Tenerife e campione di xc, e con il Furgone Bike Shuttle siamo saliti verso uno degli itinerari più belli dell’ isola: il Monte de l’ Agua. Una terrazza sul mare a circa 1000 metri di quota. Qui ci siamo resi conto di come è il riding a Tenerife e alle Isole Canarie. Sentieri, sassi, mulattiere e single track, spesso sconnessi e molto tecnici e a tratti anche esposti, poco flow e tanto lavoro di braccia e gambe.  Ma sapevamo che era così e volevamo che fosse così … di flow trail ne abbiamo a volontà a casa nostra, e siamo stati ripagati da una discesa di 1000 metri con questo panorama unico.

viaggi sport tenerife mtb enduro monte agua
Il panorama sulla cima del monte de l’ agua a tenerife

 

Guarda qui il Video della nostra discesa mtb enduro dal Monte de l’ Agua a Tenerife:

 

Dopo un altro paio di giorni passati tra spiaggia e pistini gravity only 4localz, grandi mangiate di pesce e birrette in riva all’ oceano che costavano meno dell’ acqua, eravamo pronti ad affrontare la nostra sfida al Vulcano Teide, il simbolo dell’ Isola di Tenerife con i suoi 3718 metri di altezza.

viaggi sport tenerife mountain bike gravity
Only Locals

Doveroso precisare che gran parte della zona del Vulcano Teide è Riserva Naturale e PATRIMONIO UNESCO, ed è VIETATO circolare in bici; noi siamo stati nelle zone in cui era ancora permesso. Per questo si consiglia di girare con una Guida Mtb.

Viaggi Sport mountain bike enduro freeride tenerife canarie
Il terreno vulcanico di Tenerife

Prima di allora non avevamo mai messo le nostre gomme su terreno vulcanico, e non è proprio facilissimo prenderci la mano. Però una volta abituati è come surfare e ad ogni curva si sollevava una nuvola di polvere dal terreno nero : sembrava di essere sulla Luna! La discesa scorreva veloce poi in un bellissimo single track nel bosco di Pini Canari fino al nostro Bike Shuttle.

Guarda qui il Video della nostra discesa mtb enduro dal Vulcano Teide a Tenerife:

 

Ci è piaciuto talmente tanto che il giorno dopo ce la siamo rifatta per conto nostro senza Bike Shuttle e Guida, ma con Traccia Gps.
Il dislivello in salita è davvero troppo per pedalarlo tutto pertanto ci siamo “aiutati” con la guagua, i bus locali di Tenerife che permettono il trasporto delle bici. Abbiamo deciso guardando le mappe di fare qualche piccola variazione al trail del giorno prima e il risultato è stato ancora più bello: una super discesa da 2000 metri di dislivello negativo e 27 km di lunghezza !!! Dal limite del Parco del Teide fino alla Spiaggia di Las Americas : il piatto finale di uno splendido viaggio Mountain Bike.

viaggi sport tenerife mountain bike discesa teide las americas 2000 metri
Discesa Teide – Las Americas 2000 metri

Perchè anche TU dovresti andare a Tenerife per un Viaggio Mountain Bike ?

Beh i motivi sono tanti proviamo qui ad elencarne alcuni.
Innanzitutto è un viaggio abbastanza economico: con meno di 1000 € a persona ti puoi fare una bella settimana di riding in un posto esotico ma europeo: ricordiamo che le Canarie sono parte della Spagna pur essendo praticamente in Africa.
Per il clima: quando da noi è inverno pieno e tutti abbiamo messo la nostra amata mtb in garage qui si gira ancora e meglio che in estate. Infatti noi ci torneremo a Gennaio per la Befana Freeride.
Per il terreno: totalmente differente da quello a cui siamo abituati , dalla terra rossa ai sentieri di roccia e al vulcanico. Il riding qui è totalmente naturale per cui bisogna essere abituati anche a pedalare un po’ in salita e assolutamente con bici da enduro full.

viaggi sport tenerife mountain bike terra rossa
Sgommate sulla terra rossa di Tenerife

E poi perché qui è impossibile non divertirsi : l’ atmosfera è super rilassata, la gente è cordiale e tutto costa meno che da altre parti. In poche parole, La BUENA VIDA!

viaggi sport mountain bike tenerife gruppo riders
I Fantastici Quattro di Tenerife

Vuoi fare anche tu questo Viaggio Mountain Bike a Tenerife ?  Contattaci !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Mountain Bike e Ebike Enduro: Weekend Sui Sentieri del Passo Stelvio.

STELVIO ENDURO EXPERIENCE! Due Giorni di Riding in Alta Quota… In questa Calda Estate torna la voglia di girare in Alta Montagna con la nostra Bici da Enduro.
Viaggi Sport ti porta al Passo dello Stelvio, tra le Montagne e i Ghiacciai dell’ Alta Valtellina e della Val Venosta per un Indimenticabile Weekend di Riding, con Spettacolari Discese da più di 1000 metri di Dislivello Negativo.

PROVA STELVIO ENDURO EXPERIENCE ANCHE CON LE NUOVE EBIKE ENDURO A PEDALATA ASSISTITA!  Per questi Tour sono perfette.

Chi lo ha provato? E’ rimasto ESTASIATO !!!

PREZZO A PERSONA:  A PARTIRE DA € 150

 INCLUSO:
– Accompagnamento Tour Leader Guida Mtb e Tracce GPS.
– Risalite con Bike Shuttle Privato.
– Risalita Singola in Seggiovia.
– Pernottamento di 01 notte in Hotel in Camera Doppia con Prima Colazione.
– Servizio Foto e Video In Action sui Trail nei Punti Panoramici.

GRUPPO: PRIVATO DA ALMENO 5 PERSONE + TOUR LEADER (in caso di numero inferiore il prezzo subirà variazione).

 

viaggi sport stelvio enduro mtb weekend gruppo e guida

DATE: OGNI WEEKEND FINO A FINE SETTEMBRE / INIZIO OTTOBRE ( su richiesta giorni settimanali o durata personalizzata).

TIPOLOGIA DI PERCORSI: Qui siamo in Alta Montagna per cui su terreno 100% Naturale, e i trail hanno dei sali scendi. La prima parte dei tracciati è in campo aperto poi verso metà si entra nel bosco di pini e abeti, quindi a chi piace il bosco e a chi piace l’ aperto di alta montagna sarà ugualmente accontentato.
RISALITE PEDALATE, CON BIKE SHUTTLE E SEGGIOVIA.

VUOI QUALCHE INFO IN PIU’ SUI BIG 3, I TRE MITICI PERCORSI MTB ENDURO DAL PASSO DELLO STELVIO ?

-> CLICCA QUI <-

MATERIALE OBBLIGATORIO: Bici Mtb Enduro o Ebike Full, Zaino con Camere d’ Aria di riserva, Acqua e Cibo (barrette ecc), Strato di Ricambio, Guscio kway, Casco Aperto All Mountain e Protezioni.

LIVELLO: E’ richiesto un Livello di Riding Medio – Alto. Capacità di saper portare la bici in ambienti di Alta Montagna in salita e in discesa e (anche) su tornanti stretti. Alcuni Itinerari prevedono Portage di bici in Spalla per circa mezz’ ora.

PROGRAMMA DI VIAGGIO E ITINERARIO SUGGERITO MA INTERAMENTE PERSONALIZZABILE

Giorno 1 : Bormio – Passo Stelvio e Discesa Sentiero Goldsee / Bim Bam Trail (Versante Alto Adige).

viaggi sport stelvio enduro mtb mappa giorno 1 goldsee bim bam trail
Sentiero Goldsee / Bim Bam Trail

LUNGHEZZA : 30 km  DISLIVELLO IN DISCESA : 1947 mt TEMPO DI PERCORRENZA : circa 6 ore con le dovute pause.
Partenza da Bormio alle ore 07.30. Risalita con Bike Shuttle Privato con Carrello porta bici fino al Passo dello Stelvio. Itinerario Goldsee + Bim Bam Trail. Pernottamento in Hotel in zona Trafoi / Prato allo Stelvio in camera doppia con Prima Colazione Inclusa.

Giorno 2: Trafoi – Passo Stelvio e Discesa Piz Umbrail / Ferrarola (Versante Valtellina).

viaggi sport stelvio enduro mtb mappa giorno 2 piz umbrail
Sentiero Piz Umbrail

LUNGHEZZA : 30 km  DISLIVELLO IN DISCESA : 1750 mt TEMPO DI PERCORRENZA : circa 6 ore con le dovute pause.
Partenza da Trafoi ore 08.30 a scelta risalita pedalata su strada Passo Stelvio o Bike Shuttle Privato con Carrello porta bici da Trafoi fino al Passo Dello Stelvio. Rientro a Bormio in Valtellina.

VUOI PIU’ INFORMAZIONI SU QUESTO VIAGGIO ? CONTATTACI !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Mountain Bike Enduro e Ebike : I Big 3 del Passo dello Stelvio

Per tutti noi il Passo dello Stelvio è sinonimo di Bici da Corsa, del Giro d’ Italia e del mitico Fausto Coppi, a cui è intitolata la Cima del Passo a 2758 metri di altezza.

viaggi sport mtb enduro passo stelvio fausto coppi

viaggi sport mtb enduro passo stelvio cima coppi

Pochi però sanno che il Passo dello Stelvio è anche la culla di fantastici Sentieri Mountain Bike Enduro: lunghi e faticosi, ma appaganti come le imprese in salita dei nostri “cugini” su strada.
PROVALI ANCHE CON LE NUOVE EBIKE ENDURO A PEDALATA ASSISTITA!  Per questi Tour sono perfette.
Noi li abbiamo provati tutti, e ti vogliamo portare alla scoperta dei tre sentieri più belli, che abbiamo chiamato I BIG 3 DELLO STELVIO.
Se sei appassionato di Mountain Bike dovrai metterci sopra le tue ruote al più presto!

viaggi sport mountain bike stelvio tibe trail 5

VUOI VIVERE INSIEME A NOI UN MAGICO WEEKEND DI MOUNTAIN BIKE SU QUESTI PERCORSI ?

-> CLICCA QUI <-

 

NUMERO 1 : GOLDSEE E BIM BAM TRAIL

viaggi sport stelvio enduro mtb mappa giorno 1 goldsee bim bam trail
Mappa 3D Sentiero Goldsee / Bim Bam Trail

PARTENZA : PASSO STELVIO CIMA COPPI
ARRIVO:
PRATO ALLO STELVIO
LUNGHEZZA :
30 km  
DISLIVELLO IN DISCESA : 1947 mt
TEMPO DI PERCORRENZA :
circa 6 ore con le dovute pause.

Descritta da tanti come la DISCESA MTB più bella delle Alpi. Noi di sicuro la mettiamo nella nostra Top 10.
Si inizia dal Passo Stelvio con una prima risalita di circa 100 metri al Rifugio Garibaldi. Da qui parte il Sentiero che porta al Lago d’ Oro, il Goldsee da cui prende il nome la traccia. Bisogna prestare attenzione ai pedoni, la prima parte di questo sentiero è molto frequentata (scegli bene il periodo dell’ anno). Il Sentiero è aperto alla circolazione delle bici, nella sua prima parte fino al Lago d’ Oro, fino alle 10 del mattino, per cui calcola anche bene i tempi. Questa prima parte è davvero assurda, i panorami delle vette fanno da contorno a un veloce single track su ghiaione e roccia: sembra di essere sulla Luna.

viaggi sport mtb enduro stelvio goldsee foto copyright Ralf Glaser
Sentiero Goldsee Parte Alta , foto copyright Ralf glasser by www.pinkbike.com

Una volta sorpassato il Lago d’Oro la discesa prosegue con un bel flow, qualche tornantino mai troppo stretto e un paio di gradoni da saltare per sentirsi un po dei pro :-)…

viaggi sport stelvio enduro mtb goldsee bim bam trail
Goldsee e Bim Bam Trail : dopo l’ alta montagna inizia il bel single track nel bosco

Il  trail di Alta Montagna lascia ora il passo a un bellissimo bosco di pini e abeti dove potrai mollare i freni per goderti uno spettacolare single track nel tappeto di aghi e terra umida . Neanche il tempo di accorgerti di quanto era bella la discesa e già sei arrivato giù a Trafoi ??? Si, ma non è ancora finita perché sei  solo a metà del tuo Tour. Da Trafoi si risale con la seggiovia fino al Rifugio Forcola, dove potrai concederti una meritata pausa pranzo. Da qui altri 600 metri circa di risalita e affronterai l’ ultima discesa nel bosco dritto fino a Prato allo Stelvio collezionando quasi 2000 metri di dislivello negativo.

NUMERO 2 : PIZ UMBRAIL

viaggi sport stelvio enduro mtb mappa giorno 2 piz umbrail 2
Mappa 3D Sentiero Piz Umbrail

PARTENZA : PASSO STELVIO CIMA COPPI
ARRIVO:
BORMIO
LUNGHEZZA :
30 km  
DISLIVELLO IN DISCESA : 1750 mt
TEMPO DI PERCORRENZA :
circa 6 ore con le dovute pause.

Quella del Piz Umbrail è un’ altra di quelle discese che deve essere nel taschino di ogni appassionato di Mtb, un MUST in tutti i sensi.
E’ qui che le parole MOUNTAIN BIKE assumono il loro vero e originale significato!
Si parte sempre dalla cima Coppi del Passo dello Stelvio, e come per la precedente discesa dovrai risalire fino al Rifugio Garibaldi. Da qui un bell’ antipasto: un gustoso sentiero single track fra le trincee ti porterà velocemente fino al Passo Umbrail nei pressi della Dogana Svizzera. Da adesso gambe in spalla perché si inizia a salire sul serio.

viaggi sport stelvio enduro salita piz umbrail
Salita al Piz Umbrail

L’ obiettivo è proprio sopra la tua testa: la Vetta dimenticata del Piz Umbrail. Attenzione perché la salita non è banale, ci troviamo in un ambiente di Alta Montagna con dei tratti abbastanza esposti : nulla di estremo e assolutamente fattibile con un minimo di preparazione, ma come si dice in questi casi, fai ballare l’ occhio e stai sempre ATTENTO! Verso la vetta ci sono dei brevi tratti che dovrai percorrere a catena stile ferrata su sassi mossi, e con la bici in spalla a portage. Dopo di che potrai goderti la vista impagabile su tutta la Valtellina, l’ Engadina e la Val Venosta dalla Vetta a 3030 metri di altezza.

viaggi sport stelvio piz umbrail vetta
In Vetta al Piz Umbrail 3030 metri

Inizia quindi la discesa. I primi tratti sono un po’ ruvidi ma subito ci prenderai confidenza e ti lascerai andare verso uno dei single track più belli mai fatti, verso il Lago Rims, pausa obbligata per la classica foto di rito e poi ancora giù verso Santa Maria. A questo punto dovrai imboccare il bivio verso la Val Mora, rientrando ancora in territorio italiano, e dopo circa un oretta di piacevoli saliscendi sarai arrivato ai Laghi di Cancano; anche qui (tanto per cambiare) l’ ambiente è da cartolina.

viaggi sport piz umbrail lago rims
Dal Piz Umbrail sul Lago Rims

Dai Laghi di Cancano potrai decidere se continuare verso Livigno, con la bellissima discesa di Alpisella – Trela, oppure scendere verso Bormio (più breve), da uno dei tanti sentieri, come ad esempio il Ferrarola dal Monte Scale, discesa abbastanza tecnica: se sei già stanco è meglio stare sulla strada e scendere a Bormio in tranquillità, se invece hai ancora benzina nelle gambe e nu po’ di fiato di riserva gustati questo bel digestivo e avrai portato a casa un’ altra discesa che ricorderai a lungo, per vantarti coi tuoi amici del circolo delle bici da corsa 🙂

 

NUMERO 3 : TIBET TRAIL

viaggi sport stelvio enduro mtb mappa tibet trail
Mappa 3D Sentiero Tibet Trail

PARTENZA : RIFUGIO PICCOLO PIROVANO (Primo Troncone Funivia Ghiacciaio dello Stelvio)
ARRIVO:
TRAFOI
LUNGHEZZA : 13
 km  
DISLIVELLO IN DISCESA : 1510 mt
TEMPO DI PERCORRENZA :
circa 4 ore con le dovute pause.

Se ti piace affondare nella neve le tue gomme allora questa è la discesa che fa per te! Siamo nel cuore dello Stelvio a tu per tu con i Maestosi Ghiacciai, che purtroppo si avviano a un lento e inesorabile declino. Quindi approfittatane adesso prima che sia troppo tardi!
Il panorama è da voto 10, forse il più bello tra i BIG 3 dello Stelvio: qui ti senti davvero nel cuore della montagna! La discesa, beh ti deve piacere la guida sui tornantini stretti… Qualcuno li ha contati e su questo Trail sono circa 130 : quindi via di Nose Press e gamba allenata…

viaggi sport mountain bike stelvio tibe trail 1
Nose-press sui 130 tornantini del Tibet Trail

Puoi decidere se partire dal Rifugio Tibet, appena sopra la Cima Coppi del Passo dello Stelvio, oppure raggiungere i 3000 metri del Rifugio Piccolo Pirovano, e iniziare la tua discesa dalle nevi perenni del Ghiacciaio dello Stelvio. Da valutare la fattibilità in base alla neve e al meteo. La discesa verso Trafoi è un susseguirsi di tornatini e single track che si snodano ai piedi dell’ Ortles e della Vedretta del Madaccio. Dopo un piacevole tratto nel bosco si arriva così a Trafoi. Se non sarai ancora soddisfatto, potrai proseguire il tuo Tour con la risalita in seggiovia al Rifugio Forcola e discesa a Prato allo Stelvio come il Goldsee / Bim Bam Trail.

VUOI PIU’ INFORMAZIONI SU QUESTO VIAGGIO ? CONTATTACI !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Oggi vi voglio portare in una zona del Giappone un po’ meno conosciuta per lo sci rispetto all’ isola di Hokkaido, ovvero le Alpi Giapponesi.

Lo scorso Gennaio, dopo un Tour in Hokkaido ho deciso di passarci qualche giorno e sono stati i giorni di sci più PROFONDI della Stagione! Non ha smesso di nevicare per cinque giorni, forse anche troppo direi 🙂 E visto che per cinque lunghi giorni non ha fatto che nevicare e penso di avere visto la luce del sole per circa mezz’ ora, cosa dite, mi sono divertito ?

viaggi sport alpi giapponesi sci snowboard
Qui sotto dovrebbe esserci la mia auto…

Geograficamente le Alpi Giapponesi sono una della catene montuose più grandi del Giappone, e si trovano sull’ Isola di Honshu, l’ isola principale del Giappone, quella di Tokyo per intercederci, quindi non bisogna prendere un altro volo per arrivarci. Si trovano a circa 4 ore di auto da Tokyo e sono ben servite da una rete di autostrade e ferrovie.

viaggi sport mappa alpi giapponesi
Mappa Alpi Giapponesi

A differenza dell’ Hokkaido qui il terreno ricorda  le montagne di casa nostra;  anche se il paragone con le Alpi mi sembra però ancora un po’ azzardato (io le avrei chiamate “prealpi giapponesi”). Tuttavia alcune cime arrivano anche a più 3.000 metri e alcune montagne sono davvero degne di questo nome, un esempio su tutte la Catena della Valle di Hakuba.

Viaggio Sci Giappone Tour Expert Hakuba
Le Montagne di Hakuba

In realtà poi non è vero che siano così sconosciute: nelle Alpi Giapponesi ci sono più di 500 stazioni sciistiche, a memoria del boom che anche qui negli anni ’80-’90 conobbe lo Sport Invernale. Vi ricordate delle Olimpiadi di Nagano del 1998 ? Erano qui nelle Alpi Giapponesi.

viaggi sport olimpiadi nagano 1998
Logo Olimpiadi Nagano 1998

Le dimensioni delle stazioni sciistiche non sono mediamente grandi. Si tratta per lo più di piccoli comprensori con 4-5 impianti, ad eccezione forse di Hakuba e Nozawa Onsen, i più grandi e frequentati. Impianti di risalita che ci riportano a quando eravamo bambini, altro paradosso del Giappone, dove si può ancora trovare cabinovie con porte chiuse a mano e seggiovie monoposto senza barra di sicurezza … anche questa è un’ esperienza che non ci si aspetta dal più tecnologico dei paesi al mondo, e che potrete raccontare agli amici a casa.

Viaggi Sport Alpi Giapponesi seggiovia monoopsto
Giappone, uno dei pochi posti al mondo dove si può provare ancora l’ emozione di una risalita in seggiovia monoposto anni ’80. Foto by www.powderhounds.com

Come abbiamo scritto per il Viaggio Sci in Hokkaido ->QUI<- , anche nelle Alpi Giapponesi il periodo migliore è da metà Gennaio a metà Febbraio.
E come per l’ Hokkaido bisogna prestare molta attenzione alla guida su strade ghiacciate e innevate, scegliere l’ itinerario corretto in base a tanti fattori, i posti e il periodo giusto: quindi affidarsi a un Viaggio di Gruppo organizzato è la migliore delle scelte che possiate fare.

A questo punto, lo so,  il dubbio si fa atroce : Hokkaido o Alpi Giapponesi?
Allora, anche qui dipende da tante variabili. Come variabili sono ormai gli Inverni in tutto il mondo: tracciare delle certezze è  davvero difficile.
Lo scorso inverno le Alpi Giapponesi hanno visto tantissima neve, con delle tempeste che sono durate anche giorni interi (io ne ho beccata una da cinque giorni), ma l’ inverno precedente a detta dei “locals” non è andata benissimo, come è andata meglio in Hokkaido.
Solitamente tutti dicono che in Hokkaido nevica di più che nelle Alpi Giapponesi, io non mi sento di confermare ne di smentire… poteva essere vero fino a 10 anni fa, oggi non più, forse lo sarà l’ inverno prossimo, chi lo sa?

viaggi sport tateyama pass neve
Chi dice che nelle Alpi Giapponesi non nevica dovrebbe farsi un giro in primavera a Tateyama Pass.

Sicuramente nelle Alpi Giapponesi le temperature non sono fredde come quelle dell’ Hokkaido, e una giornata di sole pieno può portare, specie se ci troviamo a quote basse , a neve molto primaverile nel giro di poche ore. Okk, la neve non sarà la polvere dell’ Hokkaido ma vi assicuro che in una discesa penso di aver contato almeno 16 faceshot consecutivi, poi mi sono stufato e non ho più contato, avevo la maschera appannata 🙂

viaggi sport sci alpi giapponesi
Sagra del “faceshot” nelle Alpi Giapponesi

Hakuba con i suoi comprensori è il posto più conosciuto. Si contende con Niseko la palma di Ski Resort Numero Uno del Giappone. E’ anche quello più sviluppato di tutti con impianti veloci e moderni, diviso in piccole zone distinte : le principali sono Happo One e Hakuba Cortina, chiamato così per replicare la famosa località dolomitica, ma con un pessimo risultato estetico. Qui bellissimi boschi anche pendenti e tantissime possibilità di Backcountry e Skialp.
Ad Hakuba, a Gennaio 2017 è stata ospitata una tappa del Freeride World Qualifier, per la prima volta in assoluto nel continente asiatico. I campioni di Sci e Snowboard Freeride di tutto il mondo si sono dati appuntamento qui per sfidarsi. Posto molto frequentato, ma vale assolutamente la pena di passarci almeno un giorno.

viaggi sport travis rice hakuba freeride world qualifier
Il campione di Snowboard Freeride Travis Rice al Freeride World Qualifier di Hakuba a Gennaio 2017

 

Spostandosi  poi da Hakuba ci sono tantissimi altri comprensori che vale la pena di scoprire, ma non vi voglio dire di più 😉 .
Sappiate che se con un po’ di fortuna e insieme al gruppo giusto non vi dimenticherete mai più delle vostre sciate in questi posti.

viaggi sport alpi giapponesi sci snowboard giappone hakuba
Conosco un posto sperduto nelle Alpi Giapponesi dove non smette mai di nevicare…

Tipico di queste zone sono le numerosissime Sorgenti di Acqua Termale, le Onsen. Le troverete praticamente ovunque. Cosa c’è di meglio di un bel Bagno Termale dopo una giornata di sci ???
Ne hanno fatta una anche per le scimmie: non perdetevi questo spettacolo!

Viaggi Sport Giappone Sci e Cultura Nagano Snow Monkeys
Nagano Snow Monkeys: Le terme delle scimmie…

E anche raggiungere le città di Kyoto e Tokyo per qualche giorno di visita culturale alla fine del viaggio sci è molto più comodo rispetto ad arrivarci dall’ Hokkaido.

Una nota poi sulla sicurezza : a differenza dell’ Hokkaido il terreno qui è da vera montagna, con tutti i rischi che ne conseguono. Da valutare attentamente il pericolo valanghe sopratutto in periodi di grandi sbalzi termici e di vento, scegliere i giusti pendii ed essere equipaggiati e preparati all’ autosoccorso.

Che dire, così come il mio primo viaggio in Hokkaido mi ha lasciato senza parole, questi cinque giorni che ho trascorso sulle Alpi Giapponesi sono stati indimenticabili : il nuovo affascina sempre, e dopo 3 viaggi in Hokkaido non vedo l’ ora di ritornare qui nelle Alpi Giapponesi.
Sicuramente posso consigliarlo a chi è già stato una volta a sciare in Hokkaido e vuole provare un posto diverso, sciisticamente più divertente, anche per gli snowboarders che non vanno molto d’ accordo con i piattoni 🙂

Vuoi fare anche tu questo Viaggio ? Contattaci !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Viaggio Sci in Giappone : Hokkaido, la Fabbrica della Polvere!

Molti di voi già lo conoscono, alcuni ci sono stati, tanti ne parlano… E in troppi ci vorrebbero andare !!!

Hokkaido, Isola del Giappone all’ estremo Nord, quasi al confine con la Siberia, è diventata a tutti gli effetti una Powder – Mecca negli ultimi 10 anni.
E’ stata “scoperta” dagli Skiers Jp Auclair e Chris Benchetler intorno al 2008, che attratti dalla quantità di neve e dall terreno molto giocoso, hanno deciso di filmare qui degli importanti Ski-Movies, tornandoci poi ogni anno.

chris benchetler sci giappone

Da allora l’ Hokkaido richiama con le sue famose nevicate ogni inverno appassionati di Sci e Snowboard Freeride provenienti da tutto il mondo. Complici anche (e soprattutto) inverni scarsi ormai in tutti gli emisferi (dalle Alpi al Canada all’ emisfero australe, a fasi alterne abbiamo tutti vissuto periodi di magra), questa piccola isola ha saputo tenere duro, grazie alle correnti siberiane che portano Freddo e Neve, si è guadagnata il titolo di “Fabbrica della Polvere”.
E in effetti non è raro sentirsi come il bambino protagonista di Wolly Wonka nella Fabbrica di Cioccolato, solo che questa è tutta coperta di bianco!

viaggi sport sci giappone blog 1
Willy Wonka e la Fabbrica … DI POWDER 🙂 Japow !!!

 

Proviamo qui a rispondere ad alcune Curiosità e Domande riguardo al Viaggio Sci e Snowboard in Hokkaido, dalle esperienze dei nostri viaggi passati, fin dal 2011.

COME ARRIVARE ?
La scelta più conveniente è in volo da Tokyo per l’ Aeroporto Internazionale di Sapporo, capoluogo della prefettura di Hokkaido e famosa per le Olimpiadi Invernali del 1972. La tratta è breve, circa 1 ora. Questa è la scelta migliore anche per approfittare, alla fine del viaggio sci snowboard, di fare almeno un giorno a Tokyo per visitare la città. Ma se proprio non vi interessa si può volare anche su Sapporo dall’ Italia.
Da Sapporo poi ci si sposta nell’ Isola di Hokkaido in auto, facendo attenzione a dei particolari molto importanti, come la guida a destra, le strade ghiacciate e la patente internazionale necessaria per la guida.

viaggio sci giappone aereo pokemon blog

 

DA SOLI O IN GRUPPO ?
Sconsigliamo davvero di arrivare impreparati in queste zone.
Quindi perché non affidarsi a dei professionisti e partire sereni ? Molti vogliono fare questo viaggio ogni anno ma fanno fatica a trovare qualcuno che li segua. La soluzione sono i nostri Viaggi di Gruppo, pensati per sciatori e snowboarder dello stesso livello e con un gruppo ridotto (piccolo gruppo = grande divertimento:-)), ma soprattutto con un Tour Leader esperto e preparato che vi seguirà dalla partenza in Italia, e si occuperà di tutta l’ organizzazione del Viaggio in Loco.

Per chi invece vuole muoversi in autonomia, o ha già un proprio gruppo e vuole partire in maniera più libera, abbiamo l’ opzione del Viaggio in Libertà : parti come e quando vuoi, insieme costruiamo l’ itinerario e la durata del viaggio. Grazie ai nostri consigli e all’ aiuto dei nostri collaboratori in loco non sarai mai solo!

Le nostre Guide possono accompagnarti poi in uscite di Sci e Snowboard Backcountry, Motoslitta e Cat Ski con il Gatto delle Nevi: non avrai di che annoiarti!

viaggi sport sci giappone blog 2
Piccolo Gruppo = Grande Divertimento… La Nostra Filosofia di Viaggio

 

COME SONO LE MONTAGNE E IL TERRENO ?
Parlare di montagne in Hokkaido è forse un po’ esagerato, soprattutto per noi che siamo abituati alle Alpi. In Hokkaido si scia su quote che raramente superano i 1.000 metri di altitudine. La montagna più alta è Asahidake, a 2.290 metri, un vulcano che può anche essere sciato con le pelli.
In Hokkaido si scia principalmente nel bosco e le pendenze sono molto dolci , raramente superano i 40 gradi: se siete quindi amanti del ripido, andate altrove :-). Questo viene compensato dall’ abbondanza di neve in uno dei terreni sciabili più giocosi di tutto il pianeta. Il divertimento è assicurato con salti e pillow naturali immersi nella Powder.

viaggi sport sci giappone blog 3
“Surfando” i dolci pendii dell’ Hokkaido

QUANDO ANDARE ?
Gennaio e Febbraio sono i mesi di Hokkaido. Prima non è consigliabile in quanto il terreno potrebbe non essere ancora tutto coperto. E già dopo Febbraio la primavera si fa sentire. A Marzo è ancora possibile sciare, anzi è un buon periodo ma solo per lo Scialpinismo sui numerosi Vulcani dell’ Isola (Asahidake, Kurodake, Yotei, ecc…). Gennaio è il mese perfetto, ma anche quello in assoluto più frequentato.

viaggi sport sci giappone blog 4
A Gennaio in Hokkaido nevica… SUL SERIO !!!

 

DOVE ANDARE ?
L’ Hokkaido si divide in due grandi Aree. La zona di Sapporo e l’ Hokkaido Centrale.
La prima, la zona di Sapporo è quella più conosciuta, frequentata e quella dove nevica di più. Qui troviamo i comprensori di Niseko, Rusutsu, Kiroro e Sapporo Teine. Niseko è in assoluto quello più conosciuto e sviluppato, ma anche abbastanza frequentato. Spostandosi verso Nord in circa 3-4 ore di auto si arriva alla zona più caratteristica dell’ Hokkaido Centrale. Molto meno frequentata rispetto alla precedente, con temperature più fredde ma con meno precipitazioni. Vi consigliamo assolutamente di passare almeno 3 giorni in questa zona! Qui troviamo i comprensori di Furano, Asahidake, Tomamu e Kurodake. E da non perdere anche una giornata con le pelli nel Parco Nazionale Daisetsuzan Tokachidake, il Parco Nazionale più grande di tutto il Giappone, magari accompagnati da una Guida.

viaggi sport sci giappone blog 5
Asahidake Ropeway e il suo Vulcano attivo di 2291 mt : La Vetta più alta dell’ Hokkaido

 

COSA FARE ? IMPIANTI O PELLI ?
Ormai anno dopo anno sempre più persone stanno praticando Sci e Snowboard Freeride, e sempre di più scelgono di passare una settimana in Hokkaido a caccia di Powder. Se la vostra intenzione è quella di sciare solo con impianti, beh potrete rimanere un po’ delusi, perché la concorrenza è elevata, soprattutto nei comprensori come Niseko, Rusutsu e Furano, i più famosi. Ma basta attaccare un’ attimo le pelli per lasciarsi tutti alle spalle e trovare il proprio angolo privato di Neve Vergine. Siete Avvisati!

Viaggio Sci Giappone Tour Expert Snowboard Backcountry in Hokkaido Tokachidake Mountain
Snowboard Backcountry in Hokkaido nel Parco Nazionale Daisetsuzan Tokachidake

 

SOLO SCI ? ANCHE NO!
Il bello di un Viaggio Sci in Giappone è che a differenza di tanti altri posti, qui c’è anche della Storia e della Cultura. Pertanto sarebbe veramente uno spreco dedicare solo ed esclusivamente 10 giorni allo sci. Una visita alla città di Sapporo, magari nel periodo dello Snow Festival per ammirare le imponenti sculture di neve, o perdersi nei quartieri luccicanti e ipertecnologici di Tokyo, o entrare nella bottega di un artigiano, o assistere alla cerimonia del thè… Sono anche questi i ricordi che renderanno indimenticabile il Tuo Viaggio Sci in Giappone!

viaggi sport sci giappone blog 6
Il Giappone non è solo sci : visita a Tokyo Tempio di Asakusa

 

Guarda qui il video del nostro viaggio sci in Hokkaido : 

 

 

Vuoi fare anche tu questo Viaggio ? CONTATTACI !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Viaggio Splitboard in Norvegia : Tromso e Lyngen Alps. 

Ecco qui la Seconda Parte del nostro Viaggio Splitboard nel Grande Nord, in Norvegia tra Tromso e Lyngen Alps.

Dopo Tromso e i suoi dintorni, ci siamo imbarcati sul traghetto alla volta delle mitiche Lyngen Alps. Tanto per cambiare, sotto a una fitta nevicata, con brevissimi intervalli di sole, che ci ha regalato dei bellissimi scorci di panorama.
Il tratto di mare per arrivare in Lyngen Alps dalla penisola di Tromso è breve ma “intenso” : la natura selvaggia di questi luoghi si fa sentire, e ci da a modo suo il benvenuto in queste Terre degli antichi Sami, popolo di cacciatori e guerrieri.

Viaggio Splitboard Norvegia Lyngen Alps

Viaggio Splitboard Norvegia Lyngen Alps

 

Finalmente eccoci arrivati. Le montagne qui cambiano molto rispetto a Tromso: sono molto più in piedi e alte, e come conformazione ricordano abbastanza le nostre Alpi, da qui il loro nome. Anche se il contesto è davvero irreale, con queste guglie di granito che svettano dal mare. Le Lyngen Alps sono una catena montuosa che si estende da Nord a sud nell’ omonima Penisola, per circa 90 km di lunghezza, a Est di Tromso. La vetta più alta arriva a 1750 metri, ma si trova nella parte interna circondata da ghiacciai perenni, e arrivarci è alquanto difficile, e lungo.
La cosa che ci ha lasciati a bocca aperta è stata che OVUNQUE GUARDAVAMO C’ERA UNA LINEA SCIABILE ! Incredibile! L’ entusiasmo era alle stelle.

Viaggi Sport Viaggio Splitboard Norvegia Panorama Lyngen

Siamo così arrivati nella nostra casetta sul Fiordo, che ci avrebbe ospitato per i seguenti 4 giorni. Ci trovavamo nella parte Nord della Penisola di Lyngen, a Nordlenangen, un paesino di pescatori con poche case sparse, che si affaccia su un fantastico Fiordo.
Questo è stato il nostro campo base da dove siamo partiti per le nostre giornate di Splitboard / Skialp nei dintorni.
Le case dove alloggiavamo erano nello stile delle vecchie “Rorbuer” , le case dei pescatori in cui si riparavano nei mesi invernali o in attesa di salpare nuovamente in mare. Al loro interno erano però tutte ristrutturate e nuove, potevano accogliere 6 persone con 3 camere da letto e un’ ampia cucina, un deposito Sci e Tavole da Snowboard riscaldato anche per asciugare vestiti e scarponi. Avevamo anche una Sauna Finlandese e un Idromassaggio Jacuzi all’ esterno, per un meritato relax dopo le Giornate di Sci e Snowboard.

Viaggio Splitboard Norvegia Lyngen Alps

Viaggio Splitboard Norvegia Lyngen Alps

Come detto, purtroppo il meteo non ci ha regalato molti spazi soleggiati in questa nostra settimana, anzi ha nevicato quasi sempre, con pochissimi spazi di bel tempo.
Ma ce la siamo goduta lo stesso, con delle indimenticabili Discese dalla Vetta al Mare.
Tra tutti, uno degli Itinerari Skialp e Splitboard più belli della zona è senza dubbio la Vetta dello Storgalten (1200 metri), la montagna che avevamo proprio sopra la nostra casa.

skialp storgalten lyngen

Spostandoci un po verso Ovest invece abbiamo trovato una Vetta di circa 1000 metri dal nome impronunciabile, ma con uno stupendo panettone esposto a Nord con neve super polverosa. Questa senza dubbio è stata la sciata più bella di tutta la nostra settimana.

Viaggi Sport Viaggio Splitboard Norvegia Risalita Pelli

A differenza della regione di Tromso, qui le montagne sono in vero stile “alpino”. Arrivati in vetta, in un raro spazio di sole, lo spettacolo è da togliere il fiato. Le recenti nevicate avevano creato il tipico stile Alaska da tendina della doccia sui pendii: il contrasto tra il bianco della recente e abbondante nevicata con il blu intenso dell’ Oceano ci lasciava senza parole.

Lyngen Alps Splitboard Skialp

Snowboard Norvegia

Snowboard Lyngen Alps Norvegia

I nostri 4 giorni nelle Lyngen Alps sono volati via così : tra nevicate, fatica in salita, epiche discese e grandi mangiate di salmone.
A causa del meteo quasi sempre coperto, non abbiamo avuto nemmeno molta fortuna per vedere la famosa Aurora Boreale di cui tutti parlano. A dire il vero la settimana prima io sono riuscito a vederla, (anche se di sfuggita), ma questa volta purtroppo non ci siamo riusciti. Potrebbe essere una buona scusa per ritornare cosa dite ?

Guarda tutte le foto del nostro Viaggio Splitboard e Scialpinismo in Norvegia sulla Nostra Pagina Facebook VIAGGI SPORT

Grazie ai ragazzi del Gruppo Splitboard Valcamonica : Rudy, Giorgio, Silvio, Umberto e Franco.

 

 

Vi aspettiamo a una delle Serate in Programma per la proiezione del Video e delle Foto, e per presentarvi di persona questo fantastico Viaggio Sport!

Restate Sintonizzati !

Diego.

 

Vuoi fare anche tu questo Viaggio ? Contattaci !

 



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Viaggio Splitboard in Norvegia : Tromso e Lyngen Alps. 

A Marzo 2017, al culmine di una stagione invernale poverissima di neve sulle nostre Alpi 🙁 , ho avuto il piacere di trascorrere una settimana in compagnia dei ragazzi di Splitboard Valcamonica, in un Viaggio che tutti ricorderemo a lungo.

Questo il racconto del nostro Viaggio Splitboard nel Grande Nord : In Norvegia tra Tromso e Lyngen Alps!

In realtà devo precisare che il gruppo era composto anche da 2 scialpinisti, Rudy e Giorgio, ma questa volta erano le tavole divise a dominare la scena :-).
La meta prescelta è stata il Nord della Norvegia, tra Tromso e Lyngen Alps.


Queste zone sono una Mecca per lo Scialpinismo, famose in tutto il mondo per la bellezza delle sue montagne e del suo ambiente selvaggio. Ma soprattutto, cosa che le rende uniche al mondo, per la possibilità di sciare vista mare: dalla Vetta al Fiordo, in uno scenario che toglie il respiro.
Dopo qualche difficoltà logistica con i voli e il trasporto delle attrezzature sportive in aereo per colpa delle compagnie aeree, (purtroppo cosa non rara in Norvegia, ma prontamente risolta al meglio), ho accolto il Gruppo all’Aeroporto di Tromso con armi e bagagli, (per fortuna nessuno perso o rotto), pronti per iniziare l’Avventura.

viaggio splitboard norvegia gruppo

Viaggio Splitboard Norvegia Aeroporto Tromso

Io mi trovavo già in Norvegia, “reduce” da una precedente settimana di scialpinismo con un altro gruppo: le gambe erano già abbastanza cotte, ma la voglia di sciare era a 1000, e lo stesso per i ragazzi.
Il primo giorno, ed è stato così per tutta la settimana, il meteo ci ha dato il benvenuto in prefetto “Norway Style”, alla nostra base di Tromso. Una nevicata intensa, 5 minuti di schiarita, e poi di nuovo super nevicata. Era da tempo che non vedevamo fioccare così …

viaggio splitboard norvegia tromso

Per iniziare la nostra settimana di Splitboard e Skialp nel Grande Nord, ci dirigiamo verso l’ Isola di Kvaloya, che in lingua Sami significa “Isola delle Balene” .
L’ isola si trova a circa 20 km a Ovest dalla città di Tromso e si raggiunge via strada, tramite dei ponti che attraversano i fiordi, in circa 30 minuti.
L’ itinerario che abbiamo scelto è quello del Buren, una dolce montagna di 800 metri, direttamente su uno dei fiordi più belli della zona.
Vorrei fare una piccola nota sugli itinerari : Tutti gli Itinerari Splitboard e Skialp proposti in questo viaggio Skialp e Splitboard in Norvegia sono stati selezionati e testati personalmente da me, non presentano pendenze elevate sopra i 40 gradi e non necessitano di attrezzatura da cordata, sono consigliati i rampanti in salita perché si potrebbero trovare dei tratti ghiacciati . Per il resto VALGONO SEMPRE LE PREZIOSE REGOLE DI AUTOSOCCORSO IN MONTAGNA con uso di Zaino, Arva, Pala e Sonda.
Qui ci tengo a ringraziare il nostro Rudy che ha sempre eseguito il Test Arva con marcamento singolo a ogni uscita: cosa molto importante, direi fondamentale, da eseguire all’ inizio di ogni Uscita Scialpinistica.

splitboard skialp norvegia buren
Parcheggiato quindi il nostro furgone sulla strada a livello del mare, iniziamo a dividere le tavole e preparare gli sci per la risalita con le pelli.

Viaggio Splitboard Skialp Norvegia Isola Kvaloya

Nonostante il vento e il meteo, che ci ha regalato davvero pochi attimi di sole, ma goduti in pieno, devo ammettere che lo Skialp / Splitboard partendo dal Livello del Mare è veramente una figata: soprattutto per me, che non sono molto incline alla risalita, ho notato che si faceva molta molta meno fatica rispetto allo Skialp sulle nostre Alpi, dove già 1000 metri di dislivello sono una bella conquista.
Questo per la quota:  partendo dal livello del mare, quindi a zero metri, l’ aria è meno rarefatta e si sente molto meno l’ affanno delle altitudini a cui noi siamo abituati. Un altro punto a favore dello Sci e Snowboard in Norvegia.

Viaggio Splitboard Skialp Norvegia Buren

Viaggio Splitboard Skialp Norvegia Buren

E come sempre, dopo la salita arriva la meritata DISCESA !!!
Apro qui un’ altra parentesi sulla qualità della neve in Norvegia: Eccellente !!! Ero stato avvisato da tanti che prima di me erano stati qui, di non farsi illusioni, di andare lì per i panorami e non per la neve, impossibile trovare polvere, ecc ecc … Invece beh, devo dire che in due settimane HO SCIATO SEMPRE E SOLO POWDER, quindi ragazzi, SI ! Anche qui è facile trovare Neve Polverosa, magari non i metri di Canada e Giappone, ma il giusto per farci godere di fantastiche discese.

La discesa dal Buren sull’ Isola di Kvaloya è un bel panettone vista mare in cui si possono scegliere alcune varianti un po’ più ripide, ma sulla via normale la pendenza è sempre molto dolce e permette di fare dei bei curvoni e con le tavole da snowboard degli slash in powder mica da ridere !

Viaggio Splitboard Norvegia Buren

Viaggio Skialp Norvegia Buren

Così divertente che l’ abbiamo ripetuta altre due volte, e arrivati in fondo alla “spiaggia” sul Fiordo, non abbiamo resistito alla classica foto di rito :-)… Non penso che ci capiterà ancora di arrivare dalla cima sul mare sotto la nevicata, e dopo tre fantastiche discese in Neve Polverosa… Il Ricordo andava documentato per forza!

E, come si dice, stanchi ma felici, siamo tornati a Tromso per una bella cena norvegese.

Viaggi Sport Viaggio Sci Norvegia Gruppo Scialpinismo Freeride

Guarda tutte le foto del nostro Viaggio Splitboard e Scialpinismo in Norvegia sulla Nostra Pagina Facebook VIAGGI SPORT

Ma il nostro viaggio non è finito qui ! Nella seconda parte del racconto vi porteremo nelle mitiche Lyngen Alps […->continua A LEGGERE QUI<-]

Vuoi fare anche tu questo Viaggio ? Contattaci !



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Tour E-Bike dei Forti della Grande Guerra al Passo del Tonale.

Il nostro amico Miki ci porta a spasso con la sua E-Bike (Mountain Bike elettrica a pedalata assistita) attraverso un luogo carico di Storia e immerso nella Natura : Il Tour dei Forti della Prima Guerra Mondiale al Passo del Tonale.

Ecco qui il suo racconto. 

Un bel lunedì di inizio estate da “parrucchiera” alla scoperta dei Forti del Tonale.
Era da tempo che volevo andare a vedere i Forti Mero e Zaccarana che mancavano al mio appello delle fortificazioni della Grande Guerra in zona Passo del Tonale.
Così stamattina con la mia nuova E-Bike Moustache Samedì 27 Race 6, gentilmente fornita da Ebikestore di Brescia, ho deciso di avventurarmi al di là del passo .


La strada bianca di salita parte dall’Ospizio Bartolomeo del Passo del Tonale ed è ben segnalata. Seguendo la strada in salita si arriva dopo circa mezz’ora al Forte Mero. Questo fortino aveva più che altro una funzione di difesa rispetto alle altre due postazioni di attacco dei Forti Zaccarana e Strino; infatti era armato soltanto con mitragliatrici e non con obici. Nella zona del fortino ci sono dei tavolini dove ci si può fermare per ammirare la bellissima vista panoramica. Non a caso il forte era anche un punto di osservazione strategico dei passi dell’ Adamello durante la Guerra.


Riprendo la mia pedalata in salita, che grazie al Motore Elettrico Bosch della mia E-Bike si fa sentire davvero poco, e dopo circa un quarto d’ora arrivo ai ruderi restaurati della Caserma Strino. Questo Forte era situato in modo strategico al riparo dai cannoni italiani, un ottimo luogo per posizionare gli alloggi dei soldati e l’ospedale da campo avanzato. Seguendo la strada che sale sulla sinistra mi dirigo quindi verso il Forte Zaccarana. Il Sentiero sale abbastanza dolcemente in un bel bosco di larici al riparo dal sole. La salita è sempre molto divertente e mai faticosa, e termina in uno spiazzo dove si staglia maestoso quel che resta di una delle più grandi fortificazioni della Grande Guerra in Trentino, il Forte Zacarana. Il forte era davvero all’avanguardia a livello architettonico, e in alcuni punti è ancora visitabile nonostante la maggior parte sia distrutto.


Dopo una doverosa sosta per ammirare il forte e per leggere i cartelli che lo descrivono nei minimi particolari, imbocco il Sentiero 160 che mi riporterà al Passo del Tonale da dove sono partito.
Il sentiero è abbastanza pianeggiante, ma molto divertente soprattutto grazie alla mia E-Bike che permette di affrontare il saliscendi in maniera molto agile.

 

Un pensiero d’ obbligo va sempre, ogni volta che si ritorna in questi Luoghi Sacri, a tutte le persone che sono qui cadute a causa di una guerra folle ed assurda, nella speranza che gli errori del passato non si ripetano mai più.

Grazie all’amico Andrea di Ebikestore Brescia per il supporto, e se volete scoprire un po’ di storia di questi luoghi visitate il sito web della Grande Guerra in Trentino, fatto molto bene.

Vuoi fare anche tu questo Tour noleggiando una E-Bike con Guida? Contattaci!

 



Accetto di Iscrivermi alla Newsletter Mensile di Viaggi Sport: Niente Spam!

Amici Sportivi, Ciao e Benvenuti in Viaggi Sport!

Io sono Diego e ho ideato Viaggi Sport, un progetto che coltivavo da lungo tempo e che finalmente sono riuscito a mettere in pratica, dopo tante Avventure in giro per il mondo.

Viaggi Sport nasce con lo scopo di unire il mondo dei Viaggi con quello dello Sport Outdoor : è una vetrina di un piccolo Negozio Virtuale, dove potrete entrare a qualsiasi ora e consultare le Proposte di Viaggi Sport pubblicate.
Ma non tutti i Viaggi e non tutti gli Sport! Infatti abbiamo volutamente deciso di limitare le Proposte di Viaggio a determinate Destinazioni selezionate con cura, e a determinati Sport (solo di tipo outdoor), che sono Sci e Snowboard, Kitesurf e Surf, Bici, e una speciale sezione dedicata alle Vacanze Attive.

All’interno del Sito Viaggi Sport potrete navigare in modo facile e intuitivo, soprattutto da Smartphone e Tablet, attraverso le varie Pagine e i Menù.
Ogni Proposta di Viaggio Sport è corredata di una Scheda Prodotto completa di descrizione e foto, in modo da avere già una prima idea di quello che sarà il vostro prossimo Viaggio Sport! E se vorrete approfondire basterà compilare il Form di Contatto che troverete in ogni pagina, oppure scriverci sulla nostra Live Chat, dove siamo sempre online e possiamo rispondere più velocemente: entro 24 ore invieremo la Proposta e la Conferma di Viaggio.

Volutamente, e un po’ controcorrente, abbiamo deciso di non mettere e-commerce e pagamenti online: crediamo ancora nel rapporto umano, e vogliamo che voi sappiate che dall’altra parte ci sarà sempre una persona e non un computer, che può aiutarvi a personalizzare la vostra scelta in base alle vostre esigenze, per avere un’ esperienza unica!

Non vi resta che visitare il Sito e le nostre Pagine Social di Facebook e Instagram, e partire insieme a noi per il Viaggio Sport della Vita !

Vi aspettiamo alle nostre Serate di Presentazione (i dettagli sulla Pagina Facebook) in cui potremo conoscerci di persona guardando un po’ di belle foto e video dei nostri Viaggi Sport in tutto il mondo.

Prima di salutarvi vorrei ringraziare tutte le Persone che mi hanno aiutato a realizzare il sito web e le pagine social, e tutti i miei collaboratori che fanno ormai parte del progetto Viaggi Sport: senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile!

 

GRAZIE E A PRESTO 🙂

Diego

 

Guarda qui il Video di Presentazione di Viaggi Sport sul nostro Canale Youtube :